WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Cultura / Istruzione

Le sigle sindacali denunciano la disorganizzazione nella formazione delle classi nelle scuole della Campania

Lettera aperta all’assessore alla scuola della regione e al direttore del USR Campania

(14/05/2021)

Scuola aula

Le segreterie regionali di Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals e Gilda denunciano ancora una volta le decisioni assunte dall’Ufficio scolastico sugli organici di tutte le scuole di ogni ordine e grado e la formazione delle classi sul territorio della Campania, che mettono fortemente a rischio l’organizzazione di una didattica efficiente per il prossimo settembre, anche mortificando le libere scelte degli alunni. Inoltre si compromettono le prospettive di uno sviluppo dell’istruzione in linea con le nuove esigenze di formazione e di crescita di nuove figure professionali strettamente collegate al mercato del lavoro.
Accanto alla drastica riduzione delle classi di scuola dell’infanzia e della primaria e a un generale taglio per effetto del quale nella stessa aula ci saranno 30 e più alunni, si è ora scoperto che in molti casi si sono cancellate delle classi prime di alcuni indirizzi, creando i presupposti per la definitiva scomparsa degli stessi. Il tutto, senza alcun confronto organico e preventivo con le Organizzazioni Sindacali sulla necessità di individuare idonee soluzioni al di là delle presunte cifre.
Addirittura, sono stati usati pesi e misure differenti per formare le classi tra i territori della regione Campania, eliminando quelle con un alto numero di alunni ed approvando quelle con dati inferiori. Per i corsi serali oltre al taglio degli organici, non sono stati ancora digitati i dati degli alunni iscritti dagli ambiti territoriali con gravi conseguenze in termini di organici del personale ATA.
Le scriventi OO. SS. sono fortemente preoccupate per le procedure adottate dagli ambiti territoriali della Campania circa la determinazione degli organici di diritto del personale ATA e la conseguente individuazione dei soprannumerari di tale personale, in particolare dei collaboratori scolastici. Gli organici, e con essi, le scelte per i vari istituti sono di interesse pubblico, ed in quanto tale vanno concertate con chi ha la rappresentanza autentica nel settore.
Sulla base di quale logica sono state operate queste scelte che hanno creato forti disparità? Chi è responsabile della mancata adozione di regole valide per tutti? Perchè ogni ambito territoriale agisce in modo diverso?
Lo scempio che si va consumando nel segreto delle stanze si muove nella direzione opposta. Risulta necessario un tempestivo intervento delle istituzioni per risolvere questo problema e ripristinare il rispetto della normativa.
Invitiamo, l’Assessore all’istruzione della regione Campania e, tramite le Segreterie Nazionali, il Ministro dell’Istruzione a intervenire e porre fine allo sconcio prodotto con ingiuste disparità che incombono sul futuro della scuola campana.
Le scriventi OO.SS. dovendo garantire la trasparenza delle operazioni e la stabilità dei posti di lavoro preannunciano lo STATO DI AGITAZIONE di tutto il personale della scuola della Campania.






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Approvata la delibera per il ridimensionamento dei plessi scolastici

Castellammare di Stabia si allinea pienamente alle direttive regionali per il dimensionamento della rete scolastica. Abbiamo approvato oggi la delibera di giunta per la definizione di due nuovi istituti comprensivi, attraverso l’accorpamento ...continua
20 Borse di studio per gli studenti universitari Si rinnova anche quest'anno la convenzione con l'Università Pegaso

 San Giorgio a Cremano, 13 ottobre 2021 - Anche quest'anno si rinnova l'opportunità per 20 giovani cittadini residneti a San Giorgio a Cremano, di ottenere 20 borse di studio per frequentare i corsi di laurea presso l'Universit&agr...continua
Portici, nasce il Polo dell'educazione per giovani da zero ai sei anni

Nasce a Portici, nell'area vesuviana della città metropolitana di Napoli, il Polo dell'educazione per giovani da zero a sei anni. La nuova sede della scuola Il Ciliegio - a ridosso di via Libertà e dell'omonima stazione ...continua
Aperto il Centro Ludico per bambini ed adolescenti a Boscoreale

E’ stato pubblicato l’avviso pubblico per l’accesso al servizio “Centro Ludico Educativo” rivolto a massimo 60 bambini e ragazzi di età compresa tra 3 e 14 anni, residenti nel territorio del Comune di Boscoreale, ...continua
Al via la VI Edizione della Settimana Nazionale della Dislessia

● “DSA: un mondo in una mappa” è il titolo della manifestazione di quest’anno, che punta a informare ed educare sui Disturbi Specifici dell’Apprendimento con oltre 100 iniziative. ● La sezione AID di Napoli ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.