WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Cultura / Istruzione

Imparare a utilizzare il web in modo consapevole e senza rischi: webinar del MOIGE con l’IC3 de Curtis – Ungaretti di Ercolano

(17/03/2021)

Ercolano (NA), 17 marzo 2021 - Fake news, cyberbullismo, revenge porn e furto di dati sensibili. Questi sono solo alcuni dei rischi insiti nella rete, ai quali ogni giorno sono esposti anche giovani e giovanissimi. Di come imparare ad utilizzare il web ed i device ad esso collegati in modo sicuro e consapevole si è parlato oggi nel corso del webinar organizzato dal MOIGE – Movimento Italiano Genitori, in collaborazione con l’IC3 de Curtis – Ungaretti di Ercolano (NA).

L’evento digitale si inserisce nell’ambito “Giovani Ambasciatori contro Bullismo e Cyber Risk, in giro per l’Italia”, la campagna di formazione per minori e famiglie per scongiurare i pericoli della rete.

All’incontro, il terzo della campagna, sono intervenuti Ciro Castaldo, Direttore della Fondazione Banco di Napoli, Elisabetta Scala, Vicepresidente del Moige e Francescalaura Casillo, Dirigente Scolastico dell’IC3 de Curtis – Ungaretti, che hanno presentato agli studenti quale sia l’attuale situazione, i dati del fenomeno e i rischi ai quali sono inconsapevolmente esposti ogni giorno, fornendo loro dei consigli utili e pratici per poter continuare a navigare ma in modo più consapevole  e con i necessari strumenti per tutelarsi.

Al termine dell’evento digitale, è stata data la possibilità agli studenti che ne sentissero il bisogno di chiedere privatamente una sessione di counseling individuale on line.

I DATI SUL FENOMENO PRESENTATI IN OCCASIONE DEL SID21

L’indagine “Tra digitale e cyber risk: rischi e opportunità del web” è stata realizzata dall’Istituto Piepoli per il Moige, su un campione di circa 1.200 minori (è possibile consultare l’indagine completa su https://www.moige.it/indagine/7313884/).

 

Dall’analisi emerge che il mondo dei ragazzi italiani nel corso dell’ultimo anno si è concentrato nei 6 pollici del loro smartphone, che ha sostituito per quote rilevanti di ragazzi le chiacchierate con gli amici, le conversazioni in famiglia, e persino la televisione, che a volte, quasi come un camino digitale, riuniva la famiglia e generava occasioni di confronto e racconto. Infatti, 1 ragazzo su 2 tiene i genitori e gli adulti fuori dal mondo social e (1 su 4) cancella la cronologia.

 

Aumentano le fake news presso i nostri figli: quasi 4 ragazzi italiani su 5 si informano sugli avvenimenti che accadono nel mondo attraverso il web, soprattutto sui Social Network. E lo fanno pur dichiarando apertamente di essere “caduti nella trappola” delle fake news nel 56% dei casi. Perché lo fanno? Perché il loro mondo si è concentrato, sempre di più, nello smartphone, che 2 ragazzi su 3 dichiarano di utilizzare molto più di prima, e di farlo da soli, senza la presenza dei genitori o di fratelli e sorelle.

Una tendenza all’isolamento molto più forte tra i ragazzi che frequentano le scuole superiori. Inoltre, scoprire cosa fanno online è difficile, solo 1 genitore su 3 dà limiti di tempo di connessione, e meno della metà dei genitori sa cosa fa online il proprio figlio. E purtroppo i social non permettono ai genitori di avere alcun controllo sulle attività dei loro figli minorenni.

I giovani italiani, dunque, frequentano molto i social network, ma non solo per informarsi. Lo fanno anche per condividere foto e raccontare parti delle loro vite. Per farlo utilizzano soprattutto Instagram e Tik Tok. Il 64% dei minori italiani tra gli 11 e 14 anni dichiarano di utilizzare Tik Tok, mentre il 60% utilizza anche instagram. Molto preoccupante però che il 17% dei bambini tra i 6 e i 10 anni dichiarino di avere un account Tik Tok, mentre il 14% Youtube e il 9% instagram.

Attenzione, perché il 6% dei giovani dichiara di aver scambiato foto personali con gli altri tramite i social, e il 30% dichiara di aver dato il proprio numero di telefono a sconosciuti.

Il bullismo è presente nelle scuole e fuori dalle scuole, tanto che quasi 6 bambini su 10 hanno assistito ad episodi di prepotenza, e quasi uno su due ha assistito ad episodi di cyberbullismo. Preoccupa che oltre la metà dei ragazzi che assiste a casi di bullismo non sanno come comportarsi o fanno finta di niente (56%).

Tra i ragazzi che hanno subito atti di bullismo, dominano scherzi telefonici, messaggi di minacce, insulti ma non mancano foto o video. I ragazzi, davanti a questi atti, si sentono arrabbiati (37%), soli (25%), isolati (23%). Uno stato d’animo che condividono 1 su 2 (48%) con i genitori, ed 1 su 4 con amici, ma solo il 14% con i docenti.






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Uno stabiese riceve il premio Phralìpé 2021 solidarietà e fratellanza

(24/10/21)L’associazione Them romanó Onlus all' unanimità riconosce  allo stabiese Sandro Turcio il Premio Phralipé Solidarietà e Fratellanza con la motivazione di essersi ...continua
Castellammare di Stabia. Disastro scuola, disservizi nelle mense e trasporto scolastico

L' organizzazione de i Progressisti non ci sta a subire la propaganda ingannevole sulle condizioni delle scuole stabiesi, atte a sviare le mancanze amministrative nei confronti delle piccole allieve, allievi, le rispettive ...continua
"A scuola in Europa": 15 borse di studio di Intercultura per ragazzi degli istituti tecnici e professionali di Campania, Lombardia e Piemonte

Fondazione Giovanni Agnelli, Fondazione Cav. Lav. Pesenti e UniCredit Foundation in partnership con Fondazione Intercultura annunciano il progetto “A Scuola in Europa”: 15 borse di studio per studenti di Istituti Tecnici e Professional...continua
Approvata la delibera per il ridimensionamento dei plessi scolastici

Castellammare di Stabia si allinea pienamente alle direttive regionali per il dimensionamento della rete scolastica. Abbiamo approvato oggi la delibera di giunta per la definizione di due nuovi istituti comprensivi, attraverso l’accorpamento ...continua
20 Borse di studio per gli studenti universitari Si rinnova anche quest'anno la convenzione con l'Università Pegaso

 San Giorgio a Cremano, 13 ottobre 2021 - Anche quest'anno si rinnova l'opportunità per 20 giovani cittadini residneti a San Giorgio a Cremano, di ottenere 20 borse di studio per frequentare i corsi di laurea presso l'Universit&agr...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.