WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Cultura / Istruzione

Erasmus Plus alla scuola “Stabiae”


(17/05/2021)


Dopo la prima esperienza ERASMUS+ con il progetto “BAGS TO DO IN YOUR TOWN” e il positivo feedback ottenuto
dagli alunni, la scuola “Stabiae”, diretta dalla preside Paola Toricco, ha voluto riprovarci impegnandosi in un secondo progetto.
“LOOK AFTER NATURE AND NATURE WILL LOOK AFTER YOU” è stato il titolo scelto dal partenariato formato da Polonia, Portogallo, Romania, Malta, Bulgaria, Italia.
Detto progetto, iniziato prima della chiusura generalizzata determinata dalla pandemia, avrebbe dovuto concludersi nel 2019, esso é strettamente legato a temi ambientali, alla salvaguardia del nostro pianeta e alle “buone pratiche” che devono essere assunte da ogni cittadino.
Gruppi di ragazzi, accompagnati dai loro docenti, hanno potuto vivere un’indimenticabile esperienza! Infatti è stata data loro la possibilità di trascorrere una settimana partecipando alle attività proposte dalla scuola partner, di essere ospitati presso famiglie di studenti, di conoscere la quotidianità di un loro coetaneo che vive in un altro Paese europeo e di confrontarla con la propria. Sono state organizzate visite in centri specializzati nella raccolta differenziata, si è potuto vedere concretamente come ogni Paese cerca di sopperire alle tante forme di inquinamento che purtroppo sono ben note e presenti ovunque. Non sono mancati momenti di svago e di socializzazione, i ragazzi hanno comunicato in lingua inglese e, per la prima volta nella loro vita, hanno vissuto un’esperienza molto formativa così lontano da casa.
Purtroppo anche questo progetto ha dovuto subire una battuta d’arresto a causa della pandemia, ma ciò non ha scoraggiato il partenariato, ben determinato a portare a termine ciò che era stato iniziato e, soprattutto, a non deludere i propri studenti.
Fortunatamente l’agenzia nazionale Indire, ha dato la possibilità di continuare il lavoro in modalità online e di continuare i tasks previsti negli ultimi incontri fissati in Romania, Bucarest e in Polonia, Jezewo.
Dal 13 al 16 aprile si è perciò svolta la mobilità virtuale rumena che ha visto l’attiva partecipazione di 32 studenti e 8 insegnanti della “Stabiae” che hanno incontrato sulla piattaforma Zoom ragazzi e insegnanti del partenariato. Gli incontri, svolti di mattina e pomeriggio, sono stati coinvolgenti. Ogni mattina, dopo un saluto iniziale, sono state date direttive perché gli studenti del partenariato realizzassero concretamente un lavoro di riciclo da presentare, fornendo spiegazioni in lingua inglese sul procedimento. La creatività dei ragazzi è stata sorprendente e al di là di ogni aspettativa: c’è stato chi ha realizzato -partendo da una bottiglia di plastica forse destinata ad essere lasciata in mare- uno spremiagrumi, un contenitore decorato, un quadro con cannucce di plastica, giocattoli e molto altro. Il massimo della creatività è stata la realizzazione di un drama rubbish.
Come mettere in scena una recita a distanza in periodo di didattica a distanza? Se non potevano esserci attori... i ragazzi hanno realizzato un teatrino, utlizzando apps, e marionette ricavate da vecchi calzini.
In questo progetto, mediante piccoli e semplici azioni finalizzate a rendere ciascuno consapevole che ognuno deve contribuire per rendere il nostro pianeta più sicuro e più pulito, sono stati gettati semi preziosi che, moltiplicati per il centinaio di ragazzi coinvolti, seguiti anche dai loro genitori e dai docenti, fruttificheranno certamente e contribuiranno alla diffusione delle “buone pratiche”. Altra positiva ricaduta del progetto sono le relazioni di amicizia nate naturalmente nel corso del progetto di cooperazione.
Ecco cosa G.T. scrivono i ragazzi nel loro diario di bordo “…..Sono molto entusiasta all’idea di comunicare con persone di nazionalità diversa da quella italiana, voglio dire, è sempre stata una delle mie aspirazioni quella di dialogare con persone da tutto il mondo. L’Italia è fantastica ma gli altri Paesi d’Europa mi hanno sempre affascinato.. Spesso i miei coetanei amano l’America, soprattutto luoghi come gli Stati Uniti, ma io preferisco l’Europa e il vasto bagaglio culturale che ci offre.”
“……Prima di partecipare a questo progetto non avevo la minima idea di come potesse essere la Romania, però quando Cristina, una splendida ragazza proveniente dalla Romania, ci fece vedere dei filmati sulla scuola rumena, sul castello di Dracula, sul
fiume Danubio ecc., ho capito che è una nazione splendida che potrei e vorrei visitare. Questo progetto è stato fantastico!
Mi è piaciuto molto parlare inglese, ed è stato divertentissimo creare lavoretti con materiali riciclati. Ho realizzato anche un video con un mio amico in cui spiegavamo come realizzare un vaso … partendo da una bottiglia di plastica!






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Approvata la delibera per il ridimensionamento dei plessi scolastici

Castellammare di Stabia si allinea pienamente alle direttive regionali per il dimensionamento della rete scolastica. Abbiamo approvato oggi la delibera di giunta per la definizione di due nuovi istituti comprensivi, attraverso l’accorpamento ...continua
20 Borse di studio per gli studenti universitari Si rinnova anche quest'anno la convenzione con l'Università Pegaso

 San Giorgio a Cremano, 13 ottobre 2021 - Anche quest'anno si rinnova l'opportunità per 20 giovani cittadini residneti a San Giorgio a Cremano, di ottenere 20 borse di studio per frequentare i corsi di laurea presso l'Universit&agr...continua
Portici, nasce il Polo dell'educazione per giovani da zero ai sei anni

Nasce a Portici, nell'area vesuviana della città metropolitana di Napoli, il Polo dell'educazione per giovani da zero a sei anni. La nuova sede della scuola Il Ciliegio - a ridosso di via Libertà e dell'omonima stazione ...continua
Aperto il Centro Ludico per bambini ed adolescenti a Boscoreale

E’ stato pubblicato l’avviso pubblico per l’accesso al servizio “Centro Ludico Educativo” rivolto a massimo 60 bambini e ragazzi di età compresa tra 3 e 14 anni, residenti nel territorio del Comune di Boscoreale, ...continua
Al via la VI Edizione della Settimana Nazionale della Dislessia

● “DSA: un mondo in una mappa” è il titolo della manifestazione di quest’anno, che punta a informare ed educare sui Disturbi Specifici dell’Apprendimento con oltre 100 iniziative. ● La sezione AID di Napoli ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.