Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Cronaca / Giustizia



Napoli - Clan Mazzarella sotto assedio. 22 soggetti agli arresti


(10/07/2024)

Nella mattinata odierna personale della Polizia di Stato di Napoli e dell’Arma dei Carabinieri ha proceduto all’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Tribunale di Napoli-Ufficio GIP - su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia nei confronti di 22 soggetti ritenuti, a vario titolo, gravemente indiziati dei reati di associazione di stampo mafioso, tentato omicidio, lesioni, rapina, estorsione, detenzione e porto abusivo di arma da fuoco, associazione finalizzata al traffico di stupefacenti, tutti aggravati dal metodo mafioso in quanto commessi da soggetti appartenenti al clan Mazzarella.

Il provvedimento cautelare in questione compendia gli esiti di due filoni investigativi esperiti da personale della Squadra Mobile di Napoli, del Nucleo Investigativo dei Carabinieri di Napoli e del Commissariato Vicaria-Mercato ed in particolare uno condotto dalla Squadra Mobile in relazione al clan “Giuliano”, articolazione del più ampio sodalizio dei Mazzarella, operante nei quartieri Forcella e Maddalena; l’altro, invece, sviluppato sempre dalla Squadra Mobile di Napoli e dal Nucleo Investigativo dei Carabinieri di Napoli relativo al gruppo della cosiddetta paranza di San Gaetano, operante nel Rione San Gaetano, e al gruppo dei Caldarelli, operante nella zona delle Case Nuove, entrambi articolazioni del clan Mazzarella.

Nello specifico, la prima attività d’indagine, sviluppata tra gennaio 2020 e la seconda metà del 2021, ha consentito di monitorare la nascita, l’ascesa e l’affermazione dell’aggregazione criminale diretta da G. S., il quale, scarcerato nel mese di aprile del 2020, dopo una lunga detenzione, ha promosso e realizzato un ambizioso progetto finalizzato ad acquisire il controllo diretto delle illecite attività esercitate nel comprensorio Forcella – Maddalena – Tribunali. Dalle attività investigative è stato così possibile acquisire elementi in ordine sia alle fasi del reclutamento e formazione degli appartenenti, sia all’insediamento sul territorio del nuovo gruppo criminale diretto da G.S. L’attività ha documentato l’alleanza con il sodalizio criminale capeggiato dalla famiglia Mazzarella, attraverso gli incontri con i vertici del clan, nel corso dei quali sono state impartite le direttive per l’operatività del nuovo cartello criminale Giuliano-Mazzarella. Sono stati registrati, inoltre, rapporti criminali con altre organizzazioni criminali operanti nella città di Napoli, in particolare con il gruppo criminale attivo nel quartiere San Gaetano.
Le indagini hanno, infine, consentito di documentare numerosi reati-fine commessi dall’associazione in parola, come tentati omicidi, lesioni, estorsioni, rapine, traffico di droga e spaccio al dettaglio di stupefacenti.

La seconda attività d’indagine poste a fondamento del provvedimento, svolta specificamente tra la fine del 2018 e il gennaio 2022, ha consentito di ricostruire l’esistenza, la struttura e l’operatività di un gruppo criminale denominato paranza di San Gaetano, articolazione del clan Mazzarella direttamente riconducibile a B.S., elemento di spicco del clan, dedito al controllo di attività delinquenziali quali le estorsioni e lo spaccio di stupefacenti.
Il predetto gruppo operava prevalentemente nell’area del centro storico del capoluogo, ricompresa tra via Tribunali, piazza S. Gaetano, Forcella e vie limitrofe.
Nell’ambito di questa attività investigativa si è ricostruita anche quella frangia del clan Mazzarella operante nella zona delle Case Nuove, direttamente riconducibile al gruppo dei Caldarelli.
Le indagini hanno consentito di documentare il controllo del territorio da parte del gruppo, con particolare riferimento al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Il provvedimento eseguito è una misura cautelare, disposta in sede di indagini preliminari, avverso cui sono ammessi mezzi di impugnazione, e i destinatari della stessa sono persone sottoposte alle indagini e quindi presunti innocenti fino a sentenza definitiva.






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Mondragone - Chiede continuamente soldi alla madre per acquistare droga. 31enne arrestato

Minacciava di continuo la madre per ottenere i soldi per l’acquisto di stupefacenti. E’ quanto accaduto a Mondragone, nel casertano, dove un 31enne del posto è stato arrestato dai carabinieri del locale Reparto Territoriale per ...continua
Castellammare. Controlli Polizia Locale: elevate 90 contravvenzioni nel weekend

Sono proseguiti anche nello scorso weekend i controlli da parte degli agenti della Polizia Municipale di Castellammare di Stabia. Sono state elevate oltre 90 contravvenzioni. I controlli, nell'ambito del 'Progetto Sicurezza', che prevede ...continua
San Nicola la Strada, spaccio in largo la Rotonda. Arrestato 31enne del Gambia

E’ stato sorpreso presso la villa comunale del largo rotonda di San Nicola La Strada (CE) mentre cedeva una dose di gr. 1,50 di sostanza stupefacente del tipo "hashish" a terza persona, che verrà segnalato per la relativa ...continua
San Giorgio del Sannio - Disposta la chiusura dell'azienda che commercializzava prodotti da forno

Nell’ambito di controlli a tutela della salute pubblica e della filiera agroalimentare i militari del Nucleo Carabinieri Forestale di San Giorgio del Sannio, congiuntamente al personale SIAN -ASL di Benevento, nell’ultimo fine settimana, ...continua
Pasquale d' Apice: "Sicurezza periferie é ai minimi termini, il furto alla farmacia Lombardi è la testimonianza"

“La sicurezza in periferia è ai minimi termini. Il furto che ha avuto luogo in piena notte nella farmacia a Ponte Persica è sintomatico di uno scenario allarmante. Piena solidarietà ai titolari della farmacia. Ora è ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.





Update cookies preferences