WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Cronaca / Giustizia

Guardia di Finanza di Benevento, decreto di sequestro preventivo

(20/04/2021)

Nella mattinata odierna, a seguito di un’articolata attività di indagine coordinata dai magistrati della Procura della Repubblica di Benevento, militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Benevento hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo finalizzato alla confisca emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale sannita per l’ipotesi di reato di cui all’art. 10-ter del Decreto Legislativo n. 74/2000 (Omesso versamento di IVA).
Il provvedimento ablativo, eseguito da militari del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Benevento, è stato disposto nei confronti di una società, già con sede nel capoluogo sannita fino al mese di gennaio 2020 e successivamente trasferita a Cassino (FR), operante nel settore dell’assemblaggio di parti per autoveicoli ed ha ad oggetto, quale profitto del reato contestato, denaro e disponibilità finanziarie della predetta persona giuridica fino alla concorrenza di euro 598.819, somma pari all’imposta evasa.
Le indagini hanno preso avvio da una preliminare attività di controllo automatizzato effettuato - nell’anno 2018 - nei confronti della predetta società dall’Agenzia delle Entrate - Direzione Provinciale di Benevento, alla luce di alcune iniziali irregolarità relative ad un versamento dell’IVA rilevate in capo alla stessa.
Le successive attività di verifica consentivano di registrare l’omesso versamento, entro il termine previsto, dell’acconto - per il periodo di imposta successivo - dell’Imposta sul Valore Aggiunto dovuta in base al Modello IVA 2017, per un ammontare originario di oltre 700.000 euro, somma per la quale poi la predetta società aveva aderito ad un piano di rateizzazione composto da venti rate, delle quali solo tre venivano corrisposte all’Erario.
Proprio il mancato pagamento della quarta rata comportava la decadenza del piano, con conseguente formazione di un debito residuo pari ad euro 598.819, somma oggetto del provvedimento ablativo eseguito.

 






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Torre Annunziata, servizio ad “alto impatto” nel parco di edilizia popolare “Parco Apega”

I carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata, supportati dai militari del 10° Reggimento CC Campania e del Nucleo Cinofili di Sarno, hanno svolto un servizio ad “alto impatto” nel comune di Torre Annunziata, effettuando perquisizioni ...continua
Polizia Ferroviaria, 18 arrestati, 242 indagati e oltre 79.000 persone controllate

18 arrestati, 242 indagati e 79.219 persone controllate: è questo il bilancio dei controlli nell’ultima settimana della Polizia Ferroviaria. 4.887 le pattuglie impegnate in stazione e 834 a bordo di 1.755 treni. 265 servizi antiborseggio ...continua
Sospensione servizio idrico Comune di Santa Maria La Carità : ecco le zone

Sono in corso mancanze d'acqua e abbassamenti di pressione idrica a causa di un GUASTO IMPROVVISO, nelle seguenti zone del Comune di SANTA MARIA LA CARITÀ: VIA PETRARO ed in tutte le traverse della zona, I tecnici sono al lavoro ...continua
Polizia di Stato- 30 misure cautelari per smercio di cocaina

La Polizia di Stato di Palermo ha eseguito di 30 misure cautelari per i traffici delittuosi posti in essere da soggetti abitualmente dediti all’approvvigionamento ed al conseguente smercio di cocaina nel territorio di Partinico e di altri ...continua
Giugliano in Campania: Violenza di genere. Perseguitava l’ex moglie nonostante il divieto di avvicinamento. Carabinieri arrestano 58enne

 I carabinieri della compagnia di Giugliano in Campania hanno arrestato per atti persecutori - in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere nell’ambito di un’indagine coordinata dalla procura di Napoli Nord - ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.