Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Cronaca / Giustizia



GDF Napoli - Sgombrato unita' immobiliare al Parco verde di Caivano

(08/02/2024)

La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli Nord procede con riferimento a una pluralità di delitti di invasione arbitraria finalizzata all'occupazione abusiva, realizzatisi presso il Plesso Edilizio denominato Parco Verde di Caivano.
In particolare, su richiesta di quest’Ufficio, il Tribunale di Napoli Nord ha emesso tre decreti di sequestro preventivo di complessive 254 unità abitative site nel predetto complesso.
Questa Procura ha disposto l'esecuzione dei citati decreti, mediante lo sgombero da parte degli occupanti abusivi.
L'attività di indagine, sotto la direzione di questa Autorità Giudiziaria, è stata svolta da personale di
Polizia Giudiziaria in servizio presso la Squadra Mobile di Napoli, il Commissariato di P.S. di Afragola, la Compagnia Carabinieri di Caivano e presso il Gruppo Guardia di Finanza di Frattamaggiore.
Si è pervenuti all’individuazione ed all'identificazione di 419 persone, alle quali è stato contestato il delitto di invasione arbitraria finalizzata all'occupazione di pubblici edifici ex artt. 633 e 639 bis c.p..
Le attività di indagine, specificamente consistite nell'acquisizione di una voluminosa produzione documentale successivamente alle attività di constatazione in loco dei casi di occupazione abusiva, hanno consentito di individuare coloro che, in assenza di qualsivoglia titolo autorizzativo, illecitamente occupavano unità abitative e spazi condominiali, così sottraendo la disponibilità delle aree cadute in sequestro al Comune di Caivano, proprietario e gestore del plesso edilizio.
Gli accertamenti svolti hanno evidenziato, altresì, la pressoché totale elusione del pagamento dei canoni concessori da parte degli occupanti delle aree cadute in sequestro.
L'esecuzione dei decreti di sequestro preventivo, attualmente nella fase iniziale del suo svolgimento,
consta della notificazione dei citati provvedimenti giudiziari, con l'avvertimento rivolto a coloro che hanno l'attuale disponibilità dei beni in sequestro di abbandonare gli stessi e lasciarli liberi da cose ed altri ingombri entro il termine perentorio di giorni trenta dalla notificazione.

Decorso inutilmente tale termine, si procederà all'esecuzione coattiva dello sgombero da persone e cose, dalle aree, dalle unità e dalle pertinenze in sequestro.
L'esecuzione coattiva dello sgombero avverrà secondo criteri di gradualità e proporzionalità e nel rispetto delle competenze di ciascuna Autorità, stabilite con Legge dello Stato.
 






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Servizio Interforze. Perquisizioni nel quartiere Forcella

Continuano i servizi ad “alto impatto” della Guardia di Finanza, Polizia di Stato e Arma dei Carabinieri. Stamane, circa 200 operatori delle diverse forze dell’ordine hanno eseguito numerose perquisizioni nel quartiere “Forcella. ...continua
Teverola - Furto di moduli radio dal ripetitore Wind - Tre. Due giovani arrestati

Sono stati intercettati e bloccati dai Carabinieri della Stazione di Teverola appena dopo aver commesso un furto al ripetitore della società Wind Tre di Casaluce. A segnalare la presenza di due giovani intenti ad armeggiare nei pressi del ...continua
GDF Salerno - Commercio illegale di GPL, sequestrate 80 bombole

A seguito di una mirata attività info investigativa nell’ambito del contrasto alle frodi alle accise, la Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Salerno, nei giorni scorsi, ha individuato e sequestrato, in un Comune cilentano, ...continua
Qualiano: Cantiere senza parapetti. Carabinieri denunciano imprenditore

Sicurezza sul lavoro. Continuano i controlli a Qualiano da parte dei carabinieri. I militari della sezione radiomobile della compagnia di Giugliano hanno denunciato l’amministratore unico di un’azienda edile. Nel cantiere di via Campana ...continua
Revenge Porn e produzione di materiale pedopornografico ai danni di un minore. 5 i denunciati

La Polizia di Stato ha dato esecuzione a 4 decreti di perquisizione emessi dalla Procura per i Minorenni di Palermo e a un decreto di perquisizione emesso dalla Procura di Palermo eseguiti dal personale della Polizia Postale di Agrigento, Palermo ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.





Update cookies preferences