Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Cronaca / Giustizia



GDF Avellino - Evasione fiscale e doppio lavoro, sanzionata una palestra e denunciato un medico

(31/05/2023)

I finanzieri del Comando Provinciale irpino, agli ordini del Colonnello Minale, a seguito di una verifica fiscale intrapresa nei confronti di una Associazione Sportiva Dilettantistica operante in provincia hanno scoperto che quest’ultima - allo scopo di poter ottenere indebiti risparmi d’imposta - si è fittiziamente costituita come un ente non lucrativo di carattere “non commerciale” mentre in realtà altro non era che una società commerciale a tutti gli effetti.

Nell’ambito dei controlli, inoltre, si è scoperto che l’Associazione, per diversi anni, ha intrattenuto un rapporto di collaborazione con un medico dipendente della Azienda Sanitaria Locale di Salerno che, all’insaputa dell’amministrazione di appartenenza e in violazione del vincolo di esclusività, nel corso del tempo ha rilasciato numerosissimi certificati di idoneità alla pratica sportiva ai clienti della A.S.D., ricevendo “in nero” una quota del relativo corrispettivo da quest’ultima incassato.

Gli ulteriori approfondimenti ispettivi condotti dalle fiamme gialle irpine hanno portato a segnalare il medico in questione all’Autorità Giudiziaria competente per violazione all’art. 640 del C.P. ed alla Corte dei Conti per gli aspetti relativi al danno erariale cagionato, nonché hanno consentito di recuperare a tassazione il gettito fiscale che la A.S.D., negli anni, ha illecitamente sottratto al fisco sanzionando la palestra, infine, anche per le violazioni in materia di inconferibilità degli incarichi dei dipendenti della P.A., ai sensi dell’art. 53 del Decreto Legislativo n. 165/2001. Tale normativa impone ai dipendenti pubblici – in generale – l’obbligo di ottenere la preventiva autorizzazione dalla propria amministrazione di appartenenza per svolgere incarichi extraprofessionali rispetto alle mansioni per cui sono stati assunti. Ciò consente alla pubblica amministrazione di valutare, da un lato, l’eventuale sussistenza di motivi d’incompatibilità e, dall’altro, l’assenza di possibili cause di compromissione delle energie psico-fisiche necessarie allo svolgimento dell’attività lavorativa primaria.

L’attività in questione testimonia il costante impegno profuso dalla Guardia di Finanza a contrasto dell’evasione fiscale e delle violazioni alle norme che sanciscono il vincolo di esclusività dei pubblici impiegati nei confronti delle amministrazioni pubbliche di appartenenza.






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Omicidio Pescara fermati due minorenni

Nel rispetto dei diritti delle persone indagate e della presunzione di innocenza, per quanto risulta allo stato, salvo ulteriori approfondimenti e in attesa del giudizio, si comunica quanto segue. Ieri sera, verso le ore 21.00, la Polizia ...continua
Polizia Locale: controlli aree concerti e mercato Caramanico

Proseguono i controlli della Polizia Locale nelle aree della città interessate dai concerti. Nell'area di Piazza Plebiscito, dove si è esibito Renato Zero, gli Agenti hanno provveduto ad allontanare e verbalizzare 7 parcheggiatori ...continua
Torre del Greco: I carabinieri controllano i lidi. 4 imprenditori denunciati

A Torre Del Greco i carabinieri della locale stazione insieme ai militari del nucleo ispettorato del lavoro di Napoli sono stati impegnati nei controlli a diversi stabilimenti balneari. Le verifiche nei lidi sono stati effettuati nell’ambito ...continua
Polizia di Stato - Arrestato Umberto Reazione evaso dal carcere di Livorno

A seguito dell'evasione di Umberto Reazione dal carcere di Livorno, nel pomeriggio di sabato scorso, venivano avviate le attività di ricerca sul territorio, che tuttavia in prima battuta non fornivano riscontri positivi. Pertanto, la ...continua
Giugliano Varcaturo: Catturando del clan rintracciato dai carabinieri sull’asse mediano. Era con la famiglia

Lo scorso 7 giugno l’ufficio esecuzioni penali della procura generale di Napoli aveva emesso un ordine di carcerazione nei suoi confronti. Il provvedimento sanciva una pena di 9 anni di reclusione per associazione di tipo mafioso ma lui la ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.





Update cookies preferences