Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Cronaca / Giustizia

Foggia. Scoperti dalla Polizia di Stato maltrattamenti e violenze sessuali ia pazienti ricoverati presso RSA


(03/08/2022)

La Polizia di Stato di Foggia, ha eseguito in data odierna un’ordinanza che dispone gli arresti domiciliari a carico di quattro indagati, tutti operatori socio sanitari impiegati in una R.S.A. del manfredoniano. L’odierno provvedimento emesso dal GIP presso il Tribunale di Foggia si fonda su una richiesta avanzata dalla locale Procura della Repubblica e ha ad oggetto i delitti di maltrattamenti e di violenza sessuale nei confronti di alcuni pazienti ricoverati nella residenza.  
L’attività investigativa della Squadra Mobile di Foggia, ha preso avvio nel mese di giugno scorso allorquando è pervenuta presso il Commissariato di P.S. di Manfredonia una lettera anonima in busta chiusa nella quale venivano narrati sommariamente presunti episodi di maltrattamenti che alcuni operatori socio sanitari ponevano in essere nei confronti di alcuni pazienti ricoverati presso la R.S.A. di Manfredonia. All’interno della busta vi era anche una chiavetta USB contenente un file audio video sul quale erano state registrate le urla di un’anziana donna.
Al fine di riscontrare quanto informalmente appreso si è provveduto ad installare diversi presidi tecnici all’interno della struttura oggetto di denuncia, i quali, già dopo pochi giorni dall’attivazione, hanno permesso di registrare numerosi e reiterati abusi, fisici e psicologici, da parte degli operatori a danno di pazienti in età avanzata con patologie altamente invalidanti.
Ha osservato il Giudice che gli odierni indagati hanno posto in essere condotte “prevaricatrici ed inutilmente punitive” ispirate “a mera volontà denigratoria ovvero da un irrazionale intento di ricondurre a contegni di autocontrollo e disciplina soggetti del tutto incapaci, a causa del loro stato fisico e mentale”.
Uno degli indagati è gravemente indiziato anche di aver compiuto delle violenze sessuali nei confronti di due degenti.
Ad ogni modo, l’indagato, in quanto tale, è presunto innocente fino ad una eventuale sentenza definitiva di condanna. La sua posizione penale sarà oggetto di nuove valutazioni in sede di dibattimento o procedimenti speciali con l’indispensabile contributo della difesa.
 






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Sorvegliato speciale aggredisce dipendente di un bar: arrestato

 Nella serata di ieri in Capua (CE), i carabinieri della locale Stazione, unitamente a personale della sezione radiomobile della Compagnia di Capua hanno tratto in arresto un 28enne del posto. L’uomo, in atto sottoposto alla misura della ...continua
Afragola: Violente rapine a tabaccai e negozianti, le immagini fecero il giro del web. Carabinieri eseguono 6 fermi

 i Carabinieri della Compagnia di Casoria, coadiuvati nella fase esecutiva da militari del Gruppo di Castello di Cisterna e dalle Aliquote di Primo intervento del Comando Provinciale di Napoli, hanno dato esecuzione a un decreto di fermo - ...continua
Pretende che la madre lo porti da Napoli a Cesenatico dove vive l'ex

23 anni e già una denuncia per atti persecutori. L’ex fidanzata aveva provato in tutti i modi a concludere in maniera pacifica quella relazione ma il giovane aveva continuato a perseguitarla. Ieri pomeriggio il 23enne ha minacciato ...continua
Attività anti-sciacallaggio a Casamicciola Terme

L’assistenza dei Carabinieri alla popolazione ischitana passa anche per il controllo del territorio. Per evitare che case abbandonate e strade deserte diventino facile preda di saccheggi e persone senza scrupoli. E nel cuore lacerato di ...continua
Giugliano: Controlli straordinari per reati ambientali. Carabinieri denunciano 2 persone

Servizio straordinario per il contrasto dei reati ambientali a Giugliano in Campania. I Carabinieri della locale stazione insieme alla polizia municipale e ai militari dell’esercito hanno denunciato 2 persone. Il primo ad essere denunciato ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.