WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Cronaca / Giustizia

Colpita un’articolazione del Clan Mazzarella a San Giovanni a Teduccio

(20/04/2021)

 


Nelle prime ore della mattinata odierna il Nucleo Investigativo del Comando Provinciale dei Carabinieri di Napoli ha dato esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di sei soggetti - due già detenuti per altra causa e quattro, tra cui una donna, liberi - emesso dalla Sezione G.I.P. presso il Tribunale di Napoli su richiede della locale Direzione Distrettuale Antimafia.
La vicenda che ha portato all’emissione del provvedimento cautelare trae origine dalla denuncia sporta nel mese di ottobre 2017 da un soggetto di origine napoletane, già titolare di attività commerciale, stanziatosi in provincia di Varese. Le attività investigative, coordinate dalla DDA, hanno permesso di contestare agli indagati il reato di estorsione, aggravato dalle modalità mafiose.
Tra le persone sottoposte ad indagini figurano D’AMICO Salvatore, alias O’ Pirata, noto esponete dell’omonima famiglia malavitosa, operante nel quartiere S. Giovanni a Teduccio del Comune di Napoli, articolazione del più importante clan Mazzarella, nonché BALDASSARRE Massimiliano, alias O’ Serpente, soggetto ritenuto legato a contesti di camorra del Comune di S. Anastasia.
Dai fatti contestati emerge che la vittima, nell’anno 2017, trovatosi in gravi difficoltà economiche, si rivolgeva ad un suo ex cognato, per avere un prestito in danaro dell’importo di euro 4.700 con la promessa di restituire l’intro capitale unitamente 1.000 euro a titolo di interessi.
Per la restituzione del capitale e degli interessi, il denunciante aveva incaricato il fratello che, nell’eseguire il pagamento per l’estinzione del debito, veniva tratto in inganno da uno dei soggetti, colpiti dal provvedimento, e in luogo di consegnare la somma di danaro ai soggetti che avevano provveduto all’erogazione del capitale ossia BALDASSARRE Massimiliano, li consegnava a D’AMICO Salvatore, fino all’ammontare di euro 3.900. Per farsi consegnare il danaro D’AMICO Salvatore proferiva minacce nei riguardi del fratello del denunciante intimandogli anche che, se non avesse consegnato la somma di danaro richiesta, avrebbe portato via tutte le autovetture dei suoi parenti su Napoli.
I soggetti, a questo punto, usavano violenza e minacce di fine di rientrare in possesso del prestito in precedenza concesso, oltre la somma ulteriori euro 1.000 da corrispondere a titolo di interesse.

 






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Paura al San Leonardo, scoppia una condotta dell'ossigeno si teme il peggio

Sono da poco passate le 21.39 quando la caserma dei vigili del fuoco stabiese viene allertata per un probabile incendio al nosocomio cittadino. L'unità 6 B dei pompieri, visto anche la vicinanza, raggiunge l'ospedale. Subito scattano ...continua
Napoli - Gianturco, in fumo un negozio di giocattoli

C'è voluto un intero pomeriggio per avere ragione del un grosso incendio sviluppatosi all'interno in un negozio situato in via Brecce n 7 a Gianturco. E' servita un'intera colonna di pompieri anche da altri compartimenti, ...continua
Arpaia (BN): - Arrestato 38enne per atti persecutori

Nella serata di ieri, militari della Compagnia Carabinieri di Montesarchio (BN) ed in particolare gli uomini della Stazione CC di Arpaia (BN) hanno tratto in arresto un 38enne, censurato, della provincia di Caserta, poiché ritenuto responsabile ...continua
Gragnano- Sequestrati 113 mila euro a imprenditore del gioco

Ieri i militari del Gruppo della Guardia di Finanza di Torre Annunziata hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo finalizzato alla confisca, per un importo complessivo di oltre 113 mila euro - emesso dal Giudice per le Indagini ...continua
Cronaca. Arpaia - Paolisi

Arpaia (bn):Provocano incidente sotto influenza di sostanze stupefacenti: denunciati dai carabinieri I Carabinieri del Comando Compagnia di Montesarchio (BN) ed in particolare i militari della Stazione CC di Arpaia (BN), a seguito di un sinistro ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.