Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Cronaca / Giustizia

Capua. Arrestato il presunto omicida del Primo luglio . E' di nazionalità rumena come la vittima

(02/08/2022)

Il pomeriggio del 22 luglio 2022, in Napoli, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Capua hanno dato esecuzione al decreto di fermo, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, nei confronti di M. O. , classe 1981, di nazionalità Rumena indiziato del delitto di omicidio volontario di Muntean Petru, fatto commesso in Capua l'1 luglio 2022. Il provvedimento è stato convalidato dal G.I.P. presso il Tribunale di Napoli che ha emesso ordinanza applicativa della misura cautelare della custodia in carcere.
La misura restrittiva si fonda sull'attività d'indagine coordinata da questa Procura della Repubblica e condotta dai carabinieri della Compagnia di Capua che consentiva di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico del predetto.
Il 1 luglio veniva rinvenuto il cadavere di Muntean Petru presso l'ex campo sportivo comunale di Capua in prossimità del locale spogliatoio dove la vittima dimorava, con evidenti segni di violenza localizzati sul volto ed all'altezza delle costole. La scena del crimine evidenziava segni di una recente colluttazione, avvenuta tra la vittima nel tentativo di parare i colpi e l'aggressore che con estrema ferocia lo picchiava con calci e pugni. ·
L'indagato subito dopo l'omicidio faceva perdere le proprie tracce, ma le ininterrotte ricerche, condotte da carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile nelle province di Caserta e Napoli, consentivano di ricostruire i movimenti del ricercato che di volta in volta cercava di nascondersi tra i senzatetto presso le stazioni Ferroviarie in un primo momento della provincia di Caserta e successivamente della provincia di Napoli. All'esito di servizi di pedinamento e di osservazione con personale in abiti simulati l'indagato veniva localizzato presso una ONLUS ubicata in via Marittima a Napoli, mentre si accingeva a ritirare un pasto dalla mensa. Alla vista dei carabinieri in divisa ha tentato la fuga, ma è stato bloccato ed associato al carcere di Poggioreale.






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Sorvegliato speciale aggredisce dipendente di un bar: arrestato

 Nella serata di ieri in Capua (CE), i carabinieri della locale Stazione, unitamente a personale della sezione radiomobile della Compagnia di Capua hanno tratto in arresto un 28enne del posto. L’uomo, in atto sottoposto alla misura della ...continua
Afragola: Violente rapine a tabaccai e negozianti, le immagini fecero il giro del web. Carabinieri eseguono 6 fermi

 i Carabinieri della Compagnia di Casoria, coadiuvati nella fase esecutiva da militari del Gruppo di Castello di Cisterna e dalle Aliquote di Primo intervento del Comando Provinciale di Napoli, hanno dato esecuzione a un decreto di fermo - ...continua
Pretende che la madre lo porti da Napoli a Cesenatico dove vive l'ex

23 anni e già una denuncia per atti persecutori. L’ex fidanzata aveva provato in tutti i modi a concludere in maniera pacifica quella relazione ma il giovane aveva continuato a perseguitarla. Ieri pomeriggio il 23enne ha minacciato ...continua
Attività anti-sciacallaggio a Casamicciola Terme

L’assistenza dei Carabinieri alla popolazione ischitana passa anche per il controllo del territorio. Per evitare che case abbandonate e strade deserte diventino facile preda di saccheggi e persone senza scrupoli. E nel cuore lacerato di ...continua
Giugliano: Controlli straordinari per reati ambientali. Carabinieri denunciano 2 persone

Servizio straordinario per il contrasto dei reati ambientali a Giugliano in Campania. I Carabinieri della locale stazione insieme alla polizia municipale e ai militari dell’esercito hanno denunciato 2 persone. Il primo ad essere denunciato ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.