Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Cronaca / Giustizia



Brindisi -- 14 arresti per reati di associazione di tipo mafioso, estorsione aggravata, rapina, detenzione e porto di arma da fuoco

(30/01/2023)

H

La Polizia di Stato di Brindisi, alle prime ore della mattinata odierna, ha dato esecuzione all’ordinanza di applicazione della misura cautelare, emessa il 9 agosto 2022 dal Tribunale del Riesame di Lecce - a seguito di impugnazione proposta dalla medesima Procura avverso l’ordinanza del G.I.P. emessa il 28.6.2022 - divenuta irrevocabile il 25.1.2023 a seguito della pronuncia della Suprema Corte di Cassazione, nei confronti di 14 soggetti ritenuti responsabili, a vario titolo ed in concorso tra loro, dei reati di associazione di tipo mafioso, estorsione aggravata, rapina, detenzione e porto di arma da fuoco e reati in materia di sostanza stupefacenti.
Il provvedimento, eseguito dagli investigatori della Squadra Mobile di Brindisi, con il supporto degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine “Puglia Meridionale” e del Commissariato di P.S. di Mesagne, su ordine della Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Lecce, compendia le risultanze di una complessa ed articolata attività di indagine condotta dalla Squadra Mobile - in parte già eseguita il 14.7.2022 - indirizzata a cogliere ruoli e competenze criminali di un gruppo malavitoso organico alla frangia brindisina dell’associazione di tipo mafioso “Sacra Corona Unita” operativo nei quartieri Sant’Elia e Paradiso della città di Brindisi.
L’indagine ha consentito di disvelare vari presunti episodi di estorsione commesse ai danni di alcune attività commerciali del centro e della periferia di Brindisi costretti a pagare in favore della consorteria criminale, anche con cadenza settimanale, una somma di denaro definita “punto”.
Gli investigatori della Polizia di Stato hanno altresì fatto luce su un presunto episodio di rapina avvenuto in un noto bar di Brindisi, nel corso della quale furono arrestati, in flagranza, i quattro autori materiali che agivano in armi per conto di un esponente di spicco del clan malavitoso presente durante la rapina ma dileguatosi subito dopo in compagnia di un complice all’epoca non identificato, entrambi colpiti nella giornata odierna dal provvedimento cautelare.
L’attività investigativa ha consentito, infine, di disarticolare una presunta rete di spaccio di sostanze stupefacenti riconducibile al clan malavitoso e di documentare come gli esponenti delle piazze di spaccio versavano probabilmente parte dei guadagni dell’attività delittuosa in favore della consorteria criminale sotto forma di “punto”.
Il provvedimento eseguito nella giornata odierna ha disposto la misura cautelare in carcere per sei soggetti con ruoli apicali all’interno del sodalizio mafioso, alcuni già detenuti per altra causa, la misura cautelare degli arresti domiciliari per altri sette soggetti, due dei quali anch’essi già ristretti per altra causa e la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla P.G. per un solo soggetto.






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Intercettato alla guida di un'auto rubata fornisce false generalità. Denunciato

  Dovrà rispondere di ricettazione e false dichiarazioni sulla sua identità il 38enne di origini nigeriane che, fermato dai carabinieri alla guida di un’autovettura rubata, ha anche fornito false generalità. L’uomo,...continua
Caiazzo - Sequestrato allevamento bovino

 I militari del Nucleo Carabinieri Forestale di Formicola (CE), unitamente ai medici veterinari dell’ASL Caserta – “U.O.V. Matesino C” di Caiazzo (CE), hanno svolto una verifica presso un’azienda zootecnica, sita ...continua
Valle Telesina - Prevenzione contro i furti nelle abitazioni

Nella giornata di ieri i Carabinieri della Compagnia di Cerreto Sannita hanno effettuato un servizio di controllo del territorio di competenza, allo scopo di prevenire i furti in abitazione e gli incidenti stradali, impiegando ben 23 pattuglie che ...continua
Aversa - Ruba cellulare ad una 68enne, inseguito e denunciato 22enne marocchino

 Le ha sottratto il telefono dandosi alla fuga. E’ quanto accaduto ad Aversa a una 68enne di Parete. La donna, che si trovava nei pressi della Stazione ferroviaria in attesa dell’arrivo del fidanzato della figlia che avrebbe dovuto ...continua
Polizia locale: Guida con patente falsa: serrati controlli al codice della strada

Gli agenti della Unità Operative San Lorenzo e Gruppo Intervento Territorio hanno effettuato controlli di polizia stradale in via C. Rosaroll ed in via Casanova. E' stato sorpreso un soggetto che circolava munito di una patente risultata ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.





Update cookies preferences