Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Cronaca / Giustizia

Ariano Irpino - denunciato 53enne per atti persecutori e violenza nei confronti di una coppia del posto

(26/11/2021)

A seguito di una mirata ed articolata attività d’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Benevento, il personale del Commissariato P.S. di Ariano Irpino ha dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione di misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla persona offesa con divieto di comunicare con quest’ultima mediante qualsiasi mezzo emessa dal G.I.P. del Tribunale di Benevento, su richiesta della Procura della Repubblica di Benevento, nei confronti di un cinquantaquattrenne di Ariano Irpino attinto da gravi indizi di colpevolezza in ordine ai gravi delitti di atti persecutori, diffusione illecita di immagini o video sessualmente espliciti.
Le indagini, avviate nel dicembre 2020, hanno consentito di accertare gravi indizi a carico del destinatario del provvedimento cautelare in ordine alla sistematica attività di persecuzione perpetrata nei confronti di una donna ucraina e del proprio compagno convivente, sfociati addirittura in un’aggressione fisica: il prevenuto, non accettando la decisione della donna di interrompere la loro relazione sentimentale, inviava e diffondeva a terzi, tramite l’uso del social “WhatsApp” e senza il consenso della stessa, le immagini a contenuto sessualmente esplicito, destinate a rimanere private, allo scopo di vantarsi della relazione che aveva avuto precedentemente con la donna e di recare nocumento alla sua reputazione.
Inoltre, non pago, poneva in essere reiterate condotte di minaccia, financo di morte, e di molestia nei confronti della coppia in modo da cagionarle un perdurante e grave stato di ansia e di paura, ingenerando loro un fondato timore per la propria incolumità, al punto da costringerli ad alterare le proprie abitudini di vita.
Le condotte persecutorie si concretizzavano attraverso appostamenti e ripetuti passaggi presso l’abitazione della persona offesa, specifiche minacce di morte, nonché gesti significativi che facevano capire alla stessa che le avrebbero sparato o tagliato la testa.
Il G.I.P. presso il Tribunale di Benevento ha ritenuto sussistenti i gravi indizi di colpevolezza e le esigenze cautelari a carico dell’indagato, accogliendo la richiesta della Procura di applicazione della misura del divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla persona offesa.






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Marcianise - Denunciato un 48enne ed un minore sorpresi con 10 capsuloe di eroina nei pressi dell'outlet La Reggia

Nella tarda mattinata odierna, in Marcianise (CE), i carabinieri del Nucleo operativo e Radiomobile della locale Compagnia, nel corso di un servizio di controllo del territorio volto a prevenire e reprimere lo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno ...continua
Santa Maria La Fossa - Arrestato rumeno colòpito da mandato internazionale

  I carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Caserta, unitamente a quelli della Compagnia di Santa Maria Capua Vetere (CE), hanno proceduto, in via Camino a Santa Maria La Fossa (CE), a seguito di mirati accertamenti, ...continua
San Gennaro Vesuviano: officina scarica oli nelle fogne pubbliche. Carabinieri denunciano 25enne e sequestrano attività

I carabinieri forestali della stazione di Roccarainola hanno controllato un’autofficina nel comune di San Gennaro vesuviano e scoperto un deposito non autorizzato di rifiuti speciali pericolosi. In un locale dell’attività, ...continua
GDF Napoli - Focus su economia sommersa, scoperti 38 lavoratori impiegatia nero

Nel quadro di una più ampia intensificazione degli interventi finalizzata al contrasto delle condotte costituenti minaccia per l’economia legale, i finanzieri del Comando Provinciale di Napoli hanno sottoposto a controllo diversi soggetti ...continua
Casoria: amianto abbandonato in strada da 2 giovanissimi. Denunciati dai Carabinieri

Hanno 22 e 15 anni i giovani di origini rom denunciati dai carabinieri della stazione di Afragola durante un servizio di controllo del territorio, organizzato per contrastare i reati ambientali. Sono stati sorpresi in via San Salvatore, nella città...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.