WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Cronaca / Giustizia

Alife, esecuzione di quattro decreti di sequestro preventivo di immobili

(10/06/2021)

I Carabinieri della Stazione di Alife hanno dato esecuzione a quattro decreti di sequestro preventivo di immobili, emessi dal gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere - su conforme richiesta della Procura della Repubblica - a seguito di accertate e macroscopiche difformità edilizie nella realizzazione sia di un immobile adibito a civile abitazione che di fabbricati e capannoni industriali destinati ad attività produttive per l'esercizio di macchine agricole, per la realizzazione di impianti per la distribuzione liquidi e gassosi per autotrazione ad uso pubblico e la distribuzione di carburanti.

L'indagine ha permesso di acquisire univoci e concordanti elementi di accusa contestati ai cinque indagati accusati di aver realizzato opere edilizie in difformità dei titoli abilitativi nonché per aver eseguito le opere in aree sottoposte a particolare vincolo paesaggistico - ambientale, in violazione del Codice dei beni culturali e del paesaggio. Per uno dei manufatti industriali sottoposti a sequestro sono state accertate anche violazioni delle prescrizioni impartite dalla Soprintendenza Archeologia belle arti e paesaggio per le province di Caserta e Benevento.

Gli immobili sottoposti a sequestro preventivo sono ubicati in diverse aree del Comune di Alife (agro di Alife - zona industriale) e sugli stessi i lavori edilizi erano ancora in corso di realizzazione ed in diversi stati di avanzamento. Gli accurati accertamenti tecnici sono stati condotti con l'ausilio di Consulenti Tecnici appositamente nominati che hanno proceduto ad effettuare una valutazione sulla conformità delle opere edilizie autorizzate con quelle realmente eseguite o in corso di esecuzione. L'apposizione del vincolo cautelare sui quattro fabbricati si rendeva necessaria in quanto sussistevano concrete esigenze di tutela preventiva del bene, poiché la libera disponibilità degli stessi avrebbe potuto consentire sia il protrarsi dell'attività delittuosa che la modifica dello stato dei luoghi.






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Qualiano e Giugliano: Sicurezza ambientale. Carabinieri denunciano 4 persone

I Carabinieri di Qualiano insieme a quelli della Stazione Forestale di Pozzuoli, nell’ambito dei servizi volti a prevenire e contrastare reati ed illeciti di natura ambientale, hanno denunciato 4 persone ritenute responsabili, a vario titolo, ...continua
Portici - Carabinieri arrestano pusher 45enne

ha chiesto 30 euro per una dose di appena 0,4 grammi di cocaina. Pasquale Lucarella era in Corso Garibaldi e la cessione di stupefacente ad un cliente non è passata inosservata ad una pattuglia di carabinieri della stazione di Portici. Prima ...continua
Napoli, Ponticelli: Carabinieri setacciano l'area orientale di Napoli. 1 arresto e 4 denunce

I carabinieri della compagnia di Poggioreale hanno svolto un servizio straordinario di controllo del territorio nel quartiere Ponticelli: 72 le persone identificate, 62 i veicoli controllati. 10 le contravvenzioni al cds notificate ad altrettanti ...continua
Napoli e provincia: Lavoro, sicurezza e “sommerso”. Carabinieri in prima linea nei controlli

Servizi a largo per i Carabinieri del comando provinciale di napoli che insieme a quelli del nucleo ispettorato del lavoro stanno effettuati mirati controlli volti alla verifica del rispetto delle norme sul lavoro. Nel quartiere vomero i Carabinieri ...continua
Ischia - Caccia fuori stagione, 2 bracconieri denunciati

I Carabinieri Forestali della Stazione di Casamicciola Terme hanno denunciato due persone che praticavano la caccia non osservando il calendario venatorio. I due bracconieri sono stati fermati e controllati nel comune di Barano d’Ischia in ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.