WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Cronaca / Giustizia

76 arrestati, oltre 700 indagati, oltre 265.000 persone controllate

  Questi i risultati del mese di luglio dell’attività della Polizia di Stato nelle stazioni ferroviarie e sui treni

(02/08/2021)

76 arrestati, 717 indagati e 265.504 persone controllate: è questo il bilancio dei controlli nel mese di luglio della Polizia Ferroviaria. 15.583 le pattuglie impegnate nelle stazioni e 2.593 a bordo treno, 999 i servizi antiborseggio, 156 gli stranieri rintracciati in posizione irregolare e 117 i minori non accompagnati rintracciati dal personale della Specialità e restituiti alle famiglie o collocati in comunità.
Controlli intensificati anche grazie alle operazioni straordinarie organizzate dal Servizio della Polizia Ferroviaria su tutto il territorio nazionale durante l’intero mese: la sesta giornata “Oro rosso”, effettuata il 13 luglio, finalizzata a contrastare il fenomeno dei furti di rame in ambito ferroviario. 575 gli operatori impegnati, 146 i servizi di pattugliamento lungo linea e 57 su strada. 1.969 le persone controllate e 5 indagate; 258 rottamai controllati e oltre 500 kg di rame di provenienza illecita recuperato. La sesta operazione “Rail Safe Day”, del 21 luglio, organizzata presso 613 località “sensibili” in tutta Italia, di cui 535 stazioni, per prevenire comportamenti anomali e scorretti in ambito ferroviario che spesso sono causa di incidenti. 27 le sanzioni applicate da oltre 1.300 operatori della Polfer. E la settima giornata dell’operazione “Stazioni Sicure”, del 27 luglio, dedicata al contrasto delle attività illecite e alla prevenzione di possibili azioni improntate all’illegalità, che ha visto l’impiego di 1.115 operatori Polfer in 455 scali interessati. 2 arrestati, 22 indagati, 11.803 persone controllate e 2.116 bagagli ispezionati.
Nei giorni 2 e 3 luglio si è svolta la Rail Action Day Active Shield, un‘azione comune che ha coinvolto le Polizie Ferroviarie di 15 Paesi europei con l’obiettivo di intensificare i controlli a passeggeri e bagagli. 1.442 gli operatori impegnati, in tutta Italia, in 446 stazioni; 1.904 i treni presidiati. 12.240 le persone controllate, 19 quelle arrestate o denunciate e 2.270 i bagagli ispezionati.
Tra gli arrestati, un cittadino algerino di 37 anni per rapina aggravata nella stazione ferroviaria di Milano. L’uomo, dopo aver sottratto una macchina fotografica ad una troupe che stava lavorando all’esterno dello scalo, è stato bloccato dai poliziotti. Lo straniero, che dopo il furto si è dato alla fuga, una volta raggiunto, ha colpito gli operatori con calci e pugni. La refurtiva, integra, è stata restituita al proprietario. Sempre a Milano, nella stazione Rogoredo, sono stati arrestati un algerino di 25 anni e un libico di 19, per furto. I poliziotti, dopo essere stati allertati dalla sala operativa, in merito ad un viaggiatore che, a bordo di un treno in arrivo a Rogoredo, aveva subito il furto del suo computer portatile dallo zaino da parte di due stranieri, all’arrivo del convoglio in stazione, hanno bloccato e tratto in arresto i due malviventi in possesso ancora della refurtiva, che è stata restituita.
La Polizia Ferroviaria di San Benedetto del Tronto ha arrestato un 46enne italiano ricercato per furto aggravato. L’uomo, colpito da malore, ha chiesto aiuto ai poliziotti in servizio di vigilanza all’interno della stazione, i quali hanno chiesto immediatamente l’intervento di un equipaggio del locale pronto soccorso. Dagli accertamenti effettuati sul viaggiatore, mentre era sottoposto alle cure mediche, è emerso che, a suo carico, pendeva un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Trani dovendo scontare una pena di 6 mesi di reclusione. Risolti i problemi di salute, l’uomo è stato associato presso la casa circondariale di Ascoli Piceno.
A Bari, la Polizia Ferroviaria, nel corso di un servizio di vigilanza a bordo di un treno regionale finalizzato alla prevenzione e al contrasto di atti di vandalismo commessi da gruppi di giovanissimi lungo la tratta Foggia-Bari, ha arrestato un 18enne residente nella provincia della B.A.T. per i reati di violenza, minaccia e resistenza a Pubblico Ufficiale. In particolare, il giovane, sprovvisto di titolo di viaggio, all’atto del controllo, si è rifiutato di esibire un documento d’identità cercando di darsi alla fuga all’apertura delle porte del treno nella stazione di Trani e reagendo con violenza contro i poliziotti, tanto che uno ha riportato lesioni. Al 18enne, poi riportato alla calma, è stato contestato anche il reato di false attestazioni sulla propria identità personale.
La Polfer di Palermo ha tratto in arresto un italiano di 54 anni ricercato dal dicembre scorso a seguito della revoca della sospensione dell’ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Caltanissetta. L’uomo dovrà scontare una pena detentiva di un anno e 4 mesi per i reati di sequestro di persona e lesioni personali commessi in ambito familiare. Il 54enne è stato anche indagato per il possesso ingiustificato di un’arma, in quanto nel suo borsello è stato rinvenuto un coltello a serramanico, poi sequestrato.
Tra le storie a lieto fine, quella di una donna foggiana di 65 anni salvata dalla Polfer di Foggia dopo essere stata colta da un infarto mentre era in attesa di partire per il Nord insieme al marito e alla figlia. In particolare, gli agenti, attirati dalle grida di altri viaggiatori, si sono portati immediatamente sul marciapiede del binario e, vedendo la donna accasciata al suolo priva di conoscenza, con l’aiuto di un macchinista di Trenitalia, hanno iniziato le manovre di rianimazione salvavita, utilizzando un defibrillatore in dotazione alla Sezione Polfer e praticando la respirazione a bocca a bocca. Grazie al tempestivo intervento degli operatori la malcapitata ha ripreso a respirare spontaneamente. Nel frattempo, sono giunti i sanitari del Servizio 118, che hanno trasportato la 65enne, in codice rosso, presso gli Ospedali Riuniti di Foggia. La signora è ricoverata in condizioni stabili.






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Ercolano: Carabinieri arrestano pusher 21enne

A Ercolano i Carabinieri della locale tenenza hanno arrestato per detenzione di droga a fini di spaccio gennaro tassoni, 21enne di portici già noto alle ffoo. Il ragazzo era a bordo del suo scooter in via pugliano ed i Carabinieri lo hanno ...continua
Castellammare di Stabia- Trovate piante di cannabis sui monti Lattari

I Carabinieri della compagnia di castellammare di stabia continuano nelle ricerche di piantagioni sui monti lattari. A pimonte – in località peda – i militari dell’arma hanno rinvenuto 94 piante di cannabis indica alte ...continua
Torre Annunziata: Controlli, sequestri e denunce dei Carabinieri

Costanti e senza sosta i controlli a torre annunziata da parte dei Carabinieri della locale compagnia. I militari – nell’ambito dei servizi disposti dal comando provinciale di napoli – hanno effettuato un servizio a largo raggio ...continua
Misura cautelare in carcere per un 29enne di Pannarano. Contestati i reati di atti persecutori e incendio aggravato

A seguito di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Benevento, i Carabinieri della Stazione di Montesarchio (BN), nel primo pomeriggio, hanno dato esecuzione all’ordinanza di applicazione di misura cautelare personale della ...continua
Sant’Antonio Abate: Controlli dei Carabinieri impegnati nella lotta all’inquinamento ambientale

Continua la task force dei Carabinieri volti a controllare gli sversamenti illegali di rifiuti liquidi nel fiume Sarno e nei suoi affluenti. I militari appartenenti al Nucleo Investigativo di polizia ambientale agroalimentare e forestale di Napoli ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.