Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all' Indice Storico

Sant’Antimo: fratello, sorella e nipote di sorvegliato speciale ritenuto affiliato a clan e latitante da circa 4 anni arrestati dai carabinieri; avevano un arsenale…

29/08/2017 - I carabinieri della locale tenenza hanno arrestato 3 soggetti legati al clan camorristico dei “Ranucci”, operante per il controllo degli affari illeciti a Sant’Antimo e comuni limitrofi: Stefano Ronga, 37 anni, detto “Chicchiniello”, Rosalba Ronga, 40 anni, sorella di Stefano, Domenico Chianese, 18 anni, figlio di Rosalba Ronga. I predetti, tutti imparentati (fratello, sorella e nipote) con Filippo Ronga, un 41enne di Sant’Antimo ritenuto affiliato al clan “Ranucci” e latitante dal 2013 per sfuggire all’esecuzione di 2 ordinanze di custodia cautelare in carcere, si sono resi responsabili, a vario titolo, di resistenza aggravata a pubblico ufficiale (il primo) e di detenzione illegale e ricettazione di armi da sparo e munizioni (gli altri due). I militari dell'arma hanno notato Stefano Ronga percorrere via Primavera alla guida di una potente Suzuki con in sella come passeggero il nipote Domenico. i militari hanno intimato l’alt ma i due si sono dati a precipitosa fuga, venendo bloccati solo dopo inseguimento. La perquisizione sul 18enne ha portato al rinvenimento in un marsupio di una pistola scenica privata del tappo rosso con una cartuccia calibro 9 inserita nel caricatore. La perquisizione domiciliare eseguita subito dopo a casa di Chianese e della madre Ronga Rosalba, invece, al rinvenimento, in un borsone sul balcone di due fucili a pompa calibro 12 (uno dei quali con matricola abrasa), una paletta segnaletica in dotazione a un comando di polizia del casertano oggetto di furto nel 2016, circa 400 cartucce di vario tipo, anche per armi di calibro diverso da quelle trovate. Sequestrato anche materiale per il confezionamento di cartucce, 560 grammi di polvere da sparo, un barattolo contenente pallini di piombo. Le armi sono state inviate al R.A.CI.S. di Roma per accertare il loro eventuale utilizzo in fatti di sangue e/o intimidazione. I 2 uomini sono stati tradotti nella casa circondariale di Poggioreale. la donna sottoposta ai domiciliari.



Pozzuoli, intervento di bonifica sulla spiaggia delle Monachelle. Smantellata una baraccopoli

Ripristinare la normalità e garantire la sicurezza. Questo lo scopo dell'operazione di bonifica condotta questa mattina dagli uffici comunali di Pozzuoli, coordinata dal vicesindaco e assessore all'Ambiente Fiorella Zabatta, in località Le Monachelle, ...continua
Pollena Trocchia. Riapre l'isola ecologica, prolungato l'orario di conferimento

  ATTIVATO IL NUOVO NUMERO VERDE PER IL RITIRO DEGLI INGOMBRANTI Ha riaperto nella giornata odierna l’isola ecologica cittadina, chiusa per alcune settimane a seguito di un incendio verificatosi nelle aree ad essa adiacenti, che ne ha richiesto ...continua
Nocera Inferiore. III°edizione di Cineforum al Castello del Parco

L'Associazione "Ridiamo vita al Castello" è lieta di invitarvi alla terza edizione del "Cineforum al Castello del Parco", evento gratuito organizzato con il patrocinio del Comune di Nocera Inferiore. È prevista la proiezione di tre pellicole, considerate ...continua
Il Miur assume, ma taglia le scuole autonome

L’assurdo caso dei Dsga: ne immette in ruolo 761, ma mancano candidati e quelli di ruolo perdono posto   Applicando il D.M. 486 del 7 luglio scorso, dal 1° settembre prossimo le dirigenze scolastiche si collocheranno per la prima volta sotto ...continua
I docenti italiani lavorano molte più ore dei colleghi europei, ma sono i meno pagati

La petizione pubblica in atto sugli stipendi da equiparare all’Europa (quasi 20mila firme raccolte) fa cadere un falso mito. Chi insegna in Italia lo fa per più ore a settimana di lezione rispetto alla media del vecchio Continente: sia nella scuola primaria ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.