WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Economia

Cessione TuoDi DICO, chi acquista non vuole tenere le vecchie maestranze

Mancato accordo tra sindacati e DUE MARI srl, la nuova azienda non ha intenzione di mantenere i contratti di lavoro.
Si è tenuto ieri al centro direzionale di Napoli presso lo studio legale Fontanarosa e associati l’incontro congiunto per la cessione dei 21 negozi campani ormai ex TUODI’, presenti i dirigenti della DICO spa, i rappresentanti della DUE MARI srl, FILCAMS CGIL, Uiltucs UIL e una folta rappresentanza dei lavoratori, assenti gli imprenditori stabiesi Apuzzo.
Il passaggio definitivo, si legge dal verbale redatto per l’occasione, alla DUE MARI srl dei 124 lavoratori è previsto entro il 30 aprile, i lavoratori effettueranno la dovuta formazione on the job presso altre filiali del gruppo, le spettanze congelate dal concordato saranno liquidate dal cessionario ed il passaggio dei lavoratori avverrà senza soluzione di continuità come previsto dall’ art. 2112 CC.
Ormai trascorsi nove mesi dall’avvio della procedura fallimentare di DICO spa, periodo durante il quale i lavoratori sono stati col fiato sospeso per il proprio futuro, oggi sembra che si sia trovata una soluzione che potrebbe ritenersi più che soddisfacente se non fosse per almeno due dati essenziali.
Il primo punto, come si evince dal verbale, è la mancata presentazione da parte di DUE MARI srl di un piano commerciale per il rilancio dei 21 punti vendita acquisiti, cosa che preoccupa non poco lavoratori.
Il secondo è la volontà dell’azienda di applicare un contratto peggiorativo che verrebbe introdotto a partire da luglio 2018, contratto che prevede costi pesantissimi a danno dei lavoratori, tant’è che è su questa norma che si consuma la rottura tra sindacati e azienda che porta al mancato accordo, “ Filcams e Uiltucs dichiarano di non poter concludere la fase di consultazione con esito positivo ritenendo condizione essenziale l’applicazione del detto contratto (confcommercio ndr) anche al suo rinnovo”.
Le OO.SS. entro fine settimana convocheranno un’assemblea per il necessario confronto con i lavoratori sul complesso passaggio di cantiere che li aspetta.






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!



Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.