WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Politica

Elezioni per il dopo Pannullo: il vecchio che avanza

 

Gli uomini hanno poca memoria, lo diceva già Machiavelli cinque secoli fa. Ma al tempo di Machiavelli non esisteva internet, quindi perché non rinfrescare questi pigri ricordi? 

Il vecchio che avanza. Salvatore Vozza sta sondando il terreno del suo ritorno attraverso la sua pedina candidata al Parlamento e al totale annientamento della sua minaccia rappresentata dal giovane Michele Starace, un sacrificio indispensabile che gli servirà a ricollegare le ormai sepolte forze post comuniste. Si ripresenta Antonio Pannullo con un'arcana coalizione orfana di area civica, una candidatura confermata fino al pieno convincimento del Pd cittadino, che ovviamente fa capo a Iovino e non a Nicola Corrado. Dal centrodestra apprendiamo che Nello Di Nardo disattende le aspettative, in quanto non aggrega, soprattutto all'indomani del suo gesto che l'ha visto reo di questa cospirazione che ha portato all'interruzione anticipata dell'amministrazione cittadina, si avrà quindi con molta probabilità un Cimmino bis. Nell'oblio cerca di seminare il suo ritorno anche Lino Dello Ioio, il quale a mo' di Ibrahimovic cercherà il miglior club offerente per investire il suo pacchetto voti che attinge da Agorà, un sentore che è emerso dalla sua premura verso la questione Fincantieri, sperando in un salto di qualità rispetto alla sua passata gestione che ha visto arenare il complesso termale verso la più totale disfatta. 

Il resto? Si parla anche del ritorno di quella agognata macro area di Centro che non riesce mai a decollare. Si intravede persino un riciclo di nomi che tentano di inghiottire un posto in lista o in Giunta, come appunto stanno tentando Maria Amodio (ex consigliere comunale) e Francesco Balestrieri (ex assessore). 

Insomma, la vera speranza di rinascita di questa città potrà solo fondarsi sulla longevità del Commissario Prefettizio, perché andare a votare tra un paio di mesi sarà solo una riconferma di quell'immobilismo che ha incontestabilmente paralizzato l'ormai sepolta Città delle Acque. 






Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.