WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Economia

Mobilità servizio paritarie: si vince anche a Forlì

Nella battaglia targata Anief per il riconoscimento del servizio svolto nelle scuole paritarie ai fini della mobilità, l'Anief ottiene ragione anche presso il Tribunale del Lavoro di Forlì con due sentenze che annullano il CCNI nella parte in cui non attribuisce punteggio ai fini dei trasferimenti al servizio svolto nelle scuole paritarie. Marcello Pacifico (Anief-Cisal): “Aggiungiamo un nuovo successo alla nostra battaglia per il riconoscimento del servizio svolto nelle scuole paritarie sia nelle operazioni di mobilità, sia nella procedura di ricostruzione di carriera. Con la rappresentatività chiederemo la modifica delle disposizioni contrattuali che violano palesemente le leggi dello Stato. Ma il CCNI che regola la mobilità per il prossimo anno è già stato confermato con l'accordo dei sindacati già rappresentativi e contiene le medesime illegittimità che da anni segnaliamo, come quella della diversa valutazione del servizio preruolo nelle graduatorie interne d'istituto o il mancato computo del precariato per raggiungere il quinquennio di permanenza sul sostegno. Ci faremo noi, come sempre, portavoce dei diritti dei lavoratori della scuola non appena approderemo ai tavoli della trattativa”.

Di contrattazione, diritti dei lavoratori e mobilità si parlerà anche nel corso dei nuovi seminari gratuiti sulla legislazione scolastica organizzati da Anief ed Eurosofia “DIES IURIS LEGISQUE” che si svolgeranno in tutta Italia nel corso dei prossimi mesi e che vedranno come relatore proprio il presidente nazionale Anief Marcello Pacifico.



Il Giudice del Lavoro di Forlì, infatti, dà piena ragione ai legali Anief Fabio Ganci, Walter Miceli, Tiziana Sponga e Antonio Salerno e in due sentenze, di identico tenore, ribadisce come “Non possono residuare dubbi, quindi, circa l’illegittimità, con riguardo alle molteplici disposizioni normative sopra richiamate in materia di parità scolastica, della contestata disposizione di C.C.N.I. che esclude qualsiasi attribuzione di punteggio, in sede di mobilità, per il servizio d’insegnamento svolto negli istituti paritari; peraltro, diversamente opinando si perverrebbe ad una interpretazione della vigente normativa senz’altro contraria ai principi di eguaglianza e d’imparzialità della p.a. (artt.3 e 97 Cost.), non essendovi ragione per discriminare, sia in sede di mobilità che ai fini della ricostruzione di carriera, tra servizi aventi per legge la medesima dignità e le medesime caratteristiche”. Le due sentenze di pieno accoglimento non mancano di evidenziare che, ai sensi della normativa vigente, “detta disposizione di cui alle “Note comuni” allegata al CCNI per la mobilità, nella parte in cui dispone che “Il servizio prestato nelle scuole paritarie non è valutabile” deve essere disapplicata” e accertano il diritto di altre due docenti al riconoscimento del servizio svolto nelle scuole paritarie e alla valutazione dello stesso nelle operazioni di mobilità. Miur, soccombente, condannato all'immediata rettifica dei trasferimenti e al pagamento di un totale di 6mila Euro oltre spese generali, IVA e CPA come per legge.

“La contrattazione non può violare disposizioni di legge – spiega Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal - e il mancato riconoscimento del servizio nelle scuole paritarie nei trasferimenti è da considerare illegittimo proprio perché in contrasto con la normativa vigente sulla parità scolastica. Con queste vittorie aggiungiamo un nuovo successo alla nostra battaglia. Con la rappresentatività chiederemo la modifica delle disposizioni contrattuali che violano palesemente le leggi dello Stato. Ma il CCNI che regola la mobilità per il prossimo anno è già stato confermato con l'accordo dei sindacati già rappresentativi e contiene le medesime illegittimità che da anni segnaliamo, come quella della diversa valutazione del servizio preruolo nelle graduatorie interne d'istituto o il mancato computo del precariato per raggiungere il quinquennio di permanenza sul sostegno. Ci faremo noi, come sempre, portavoce dei diritti dei lavoratori della scuola non appena approderemo ai tavoli della trattativa”

 

 






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Qualiano. Puc e bando per il cimitero

QUALIANO - Con apposita delibera di giunta - riunitasi oggi per la prima volta - l’esecutivo De Leonardis ha licenziato il Piano Urbanistico Comunale (PUC). I neo assessori hanno preso atto della documentazione del PUC, attualmente in essere, ...continua
Fincantieri, cerimonia per il taglio lamiera della seconda di tre navi da crociera commissionate da Virgin Voyages

Trieste, 20 luglio 2018 – Si è svolta oggi presso lo stabilimento di Sestri Ponente (Genova) la cerimonia per il taglio lamiera della seconda di tre navi da crociera commissionate a Fincantieri da Virgin Voyages, brand del Gruppo Virgin. N...continua
Castellammare, Rientrata la questione legata alla mancata erogazione delle quattordicesime ai dipendenti dell’Am Tecnology

Rientrata la questione legata alla mancata erogazione delle quattordicesime ai dipendenti dell’Am Tecnology del cantiere di Castellammare di Stabia. “Si è trattato - si legge in una nota pervenuta dalla sede amministrativa dell’az...continua
Fincantieri, Il Governo degli Stati Uniti assegna la costruzione di quattro unità Multi-Mission Surface Combatants

Trieste, 20 luglio 2018 – Il Governo degli Stati Uniti ha assegnato al consorzio guidato da Lockheed Martin, del quale fa parte Fincantieri Marinette Marine (FMM), un ordine con lo strumento della Undefinitized Contract Action, come anticipo ...continua
Agenzia Entrate, trasferimento di sede dell’Ufficio di Casoria

L’Ufficio territoriale delle Entrate di Casoria dal prossimo 23 luglio lascia temporaneamente la sede di via Padula 138 per trasferirsi a Napoli, presso l’Ufficio territoriale di Napoli 1, sito in via G. Oberdan 1-3. Lo spostamento ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.