Menu Pagine
TwitterRssFacebook
Menu Categorie

Postato da il 11 dic 2013 in Attualità

Microcredito Regione Campania – Pubblicato il Bando

Microcredito Regione Campania – Pubblicato il Bando

a cura di Mario Russo
La Regione Campania ha finalmente riaperto i termini di accesso al Fondo Microcredito FSE Campania.
Il Fondo Microcredito FSE, permetterà di accedere a finanziamenti a tasso agevolato di importo compreso tra 5.000 e 25.000 euro per creare nuove imprese nei settori dei servizi al turismo (ad esempio ristorazione, alloggio, servizi in genere), della tutela dell’ambiente, dei servizi sociali alle persone, dei servizi culturali, degli ICT (servizi multimediali, informazione e comunicazione), per il risparmio energetico ed energie rinnovabili, del manifatturiero, dell’artigianato e valorizzazione di prodotti tipici locali e delle attività professionali in genere. Potranno partecipare al bando chi ha intenzione di fare sviluppo di spin off di impresa finanziato con 18,68 ML di €, chi ha intenzione di creare impresa in forma cooperativa finanziato con 16,90 ML di € e le imprese che sosterranno l’uscita da condizioni di vecchie e nuove povertà attraverso l’inserimento nel mondo del lavoro finanziato con 34,42 ML di €. Oltre alla residenza in Regione Campania, potranno richiedere il finanziamento le microimprese costituende o costituite (anche mediante spin-off da imprese) e le imprese del terzo settore (associazioni e cooperative sociali), costituende o costituite. Saranno favoriti nei punteggi finali i soggetti disoccupati, inoccupati, inattivi, lavoratori in CIG, CIGS e mobilità3, giovani “under 35”, donne, immigrati, disabili, studenti universitari e lavoratori svantaggiati. Saranno escluse dai finanziamenti le imprese operanti nei settori della pesca e acquacoltura, dell’industria carbonifera e della produzione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli. Tra le spese ammissibili, e quindi soggette a finanziamento: acquisto di macchinari, impianti, attrezzature nuovi o usati; opere murarie necessarie all’adeguamento e messa a norma dei locali adibiti all’attività; beni immateriali ad utilità pluriennale, inclusi i diritti di brevetto, le licenze, i piani di sviluppo di impresa, i piani di marketing, i piani finalizzati all’internazionalizzazione se connessi ad un piani di ampliamento della base produttiva; spese per l’ acquisto di materie prime, semilavorati, materiali di consumo e di scorte; utenze e canoni di locazione degli immobili strumentali all’esercizio dell’attività; spese per l’aggiornamento dei software; spese per servizi di consulenza professionale (legale, tecnica, commerciale); le spese per il personale qualora sulla risorsa non siano già stati concessi sgravi contributivi o incentivi all’assunzione in base a leggi nazionali, regionali o progetti a finanziamento statale e/o regionale. I finanziamenti saranno concessi nella forma tecnica di mutui chirografari di entità minima pari a € 5.000 e massima € 25.000, da rimborsa con interesse pari a 0% in 60 rate mensili. Le istanze di accesso al finanziamento dovranno essere presentate nel periodo compreso tra il 16 dicembre 2013 ed il 16 gennaio 2014.